Una sede per il terzo settore del Capoluogo

Schermata 2013-10-11 alle 09.44.53POTENZA – Taglio del nastro a Potenza per la Casa del Volontariato, che sarà la nuova sede operativa del CSV Basilicata e spazio a disposizione delle associazioni Potentine.

Un punto di ritrovo per tutti gli operatori del Terzo Settore, nato a seguito di un’operazione di riconversione degli edifici pubblici cittadini.

La neonata Casa del Volontariato infatti, ha visto la luce proprio grazie all’impegno dell’Amministrazione comunale che ha voluto sposare il progetto e destinare il fabbricato ex -sede dell’Istituto Professionale Industria e Artigianato di Potenza a scopi sociali e solidaristici.

Una scommessa vinta quella della realizzazione della Casa del Volontariato, secondo il Sindaco Vito Santarsiero, nella quale sono stati investiti 500.000 euro del bilancio comunale in aggiunta ai fondi europei.

Si tratta di 1280 mq su due livelli, concessi in comodato gratuito al CSV per dieci anni, dove poter sviluppare attività di promozione sociale e culturale; non solo uno spazio fisico da condividere con le associazioni, ma soprattutto un luogo di coesione sociale, dove rinsaldare i legami e fare comunità. ‘Un luogo del pensiero’ secondo Francesca Danese, vicepresidente nazionale del Csvnet, che ‘si configura – ha detto – come una buona pratica da esportare nel resto d’Italia.’

E in riferimento alla Basilicata ha aggiunto: ‘ facciamo in modo che grazie a questo posto i ragazzi non lascino più questa terra bellissima’. E una comunità a raccolta già da ieri sera in occasione della cerimonia di inaugurazione alla quale hanno preso parte tra gli altri, oltre al Primo Cittadino di Potenza e alla sua giunta, anche il vescovo Monsignor Superbo, il presidente del Co.Ge. Massimo Savino, il Presidente del CSV Basilicata, Leonardo Vita e le tante associazioni di volontariato potentine.