I 50 anni dall’ordinazione presbiteriale del Vescovo di Potenza

Il Sindaco ed il Vescovo di Potenza

Il Sindaco ed il Vescovo di Potenza

POTENZA – Con una solenne concelebrazione eucaristica – alla quale ha partecipato anche l’arcivescovo emerito, monsignor Ennio Appignanesi – l’arcivescovo metropolita di Potenza, monsignor Agostino Superbo, ha festeggiato oggi i 50 anni dall’ordinazione presbiterale, avvenuta a Minervino Murge (Bari) nel 1963.

Alla Messa (all’inizio è stato letto un messaggio del Papa all’arcivescovo) hanno partecipato anche gli altri vescovi delle diocesi della Basilicata, numerosi sacerdoti, le autorità civili e militari e molti amministratori locali e regionali.

All’omelia, monsignor Superbo ha ricordato con commozione alcuni momenti della sua giovinezza e dello sviluppo della sua vocazione sacerdotale: un pensiero il presule ha rivolto anche ad un giovane di 18 anni, al quale egli aveva impartito la Cresima, morto alcuni giorni fa in un incidente sul lavoro.

Monsignor Superbo nei giorni scorsi ha inaugurato una settimana eucaristica in una parrocchia della città, promossa in vista dell’avvio dell’Adorazione Perpetua (attualmente, ve ne sono 60 in tutta Italia, due delle quali nelle cappelle di altrettanti ospedali): “Potenza – ha detto l’arcivescovo – ha bisogno dell’Adorazione Eucaristica Perpetua”.

A monsignor Superbo i sindaci – ha reso noto l’ufficio stampa del Comune di Potenza – hanno donato una stola con un’immagine ricamata della Madonna, un’edizione pregiata del Vangelo e un contributo per le opere di carità.