Dalla Regione Basilicata 24 milioni di euro per “Matera città culturale e dei servizi”

Schermata 2013-06-18 alle 17.59.51POTENZA – La Giunta regionale ha approvato lo schema di accordo di programma rafforzato per il via libera al Piano di sviluppo e coesione della città dei Sassi.

Poco più di 24 milioni di euro per diciotto interventi, di cui sei immediatamente cantierabili e dodici in fase di progettazione e studio di fattibilità.

La scheda degli interventi

Sei hanno concluso l’iter di progettazione e sono già cantierabili con 3,8 milioni. Sono previsti interventi di micro sistemazione terminal bus e viabilità di contorno; la realizzazione della palestra e la riqualificazione della scuola elementare di Borgo la Martella; lavori di riqualificazione del palazzetto dello sport di via vena e la riqualificazione e ammodernamento dell’asilo nido comunale di via Gramsci; il recupero e la valorizzazione del centro visite Jazzo Gattini e Villaggio neolitico di Murgia Timmone e il completamento e rifunzionalizzazione dell’auditorium ed Ipogei di piazza San Francesco.

I dodici interventi non immediatamente cantierabili, finanziati con 20,8 milioni, prevedono invece la valorizzazione e la fruizione del castello Tramontano, il completamento Ipogeo di piazza Vittorio Veneto, il primo stralcio del museo Demoetnoantropologico, interventi per Santa Maria della Valle e riqualificazione circuito urbano delle chiese rupestri, un sistema integrato per l’accessibilità pedonale nei Sassi, il potenziamento e la riqualificazione metropolitana, il completamento del Parco IV novembre e Macamarda, interventi di riqualificazione urbana nei quartieri e centro storico, riqualificazione della palestra e completamento impianto sportivo Campo scuola, riqualificazione Fabbrica del Carro, Metanizzazione Borgo Picciano “A” e Riqualificazione della rete dei contenitori culturali cittadini.

“Vogliamo che Matera rafforzi la vocazione turistica e culturale insita nella sua storia – ha commentato il presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo – senza trascurare l’attenzione ai servizi e alla qualità della vita in città. Matera, punta avanzata della Basilicata per appeal turistico, storico e culturale – ha aggiunto il presidente – merita un’attenzione particolare che deve trovare nel Piano di sviluppo e coesione un spinta per confermarsi presidio naturalisti e architettonico fondamentale della nostra regione anche in vista della candidatura Matera 2019”.

Il programma di interventi approvato oggi consentirà di riqualificare il contesto urbano, perfezionare la specializzazione dell’offerta dei servizi e di potenziare il sistema turistico culturale insito nei Sassi in modo da attrarre a Matera flussi crescenti di investimenti innovativi e di consumi di qualità. La copertura finanziaria degli interventi ammonta a 24,7 milioni a valere sulle risorse Fsc 2007-2013 rimodulati dal Cipe per le azioni a sostegno delle aree urbane di Matera.

“Con l’approvazione dell’accordo di programma per le aree urbane di Matera – ha commentato l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Luca Braia – abbiamo voluto caratterizzare ancora di più le azioni di politica regionale a sostegno delle infrastrutture strategiche della città di Matera e dargli ulteriore slancio alla candidatura a capitale europea della cultura 2019. Si tratta ora di accelerare tutte le procedure finalizzate alla piena realizzazione degli interventi, a partire dal completamento di quei progetti che ancora sono in fase di lavoro preliminare, appaltando rapidamente quelli che invece sono dichiarati immediatamente cantierabili”.