trmtv

Basilicata a rischio scomparsa. Enrico Letta: su riordino delle Regioni devono valere logiche di “integrazione”.

  • Enrico Letta e Filippo Bubbico

    Enrico Letta e Filippo Bubbico

    Il quotidiano Repubblica diffonde oggi un’intervista di Lucio Caracciolo al premier Letta il quale tra i tanti temi toccati ne affronta uno che di certo non mancherà di far discutere. La domanda del giornalista è la seguente:

    Dovendo disinnescare la mina sistemica che oggi è l’Italia, quali sono le priorità immediate?

    Tra le priorità indicate da Letta nella sua articolata risposta vi è un chiaro ed inequivocabile riferimento al riordino di province con “l’eliminazione definitiva delle Province, con il passaggio a unioni di Comuni laddove necessario” mentre, continua il premier “per quel che riguarda le Regioni, il problema principale è la loro asimmetria: si dovrebbe riprendere lo studio della Fondazione Agnelli degli anni Ottanta sul riordino delle Regioni, che aveva una sua logica. Infatti, oggi è impossibile attuare le stesse politiche per una regione che equivale l’Olanda e per una che ha gli stessi abitanti di un quartiere di Roma. Su questo tema si devono attuare logiche d’integrazione”.

    Lo studio della Fondazione Agnelli fu presentato a Torino dal direttore Marcello Pacini in occasione di un grande convegno alla presenza di politici, sociologi ed economisti. Il ridisegno delle regioni è qui sinteticamente descritto:

    Il Piemonte si salda alla Val d’ Aosta e alla Liguria. Il Triveneto diventa una sola macroregione, e cosi’ pure le Marche con l’ Abruzzo e Molise. L’Umbria viene spartita tra Toscana e Lazio, la Basilicata tra Puglia e Campania.

    Se avete ancora qualche dubbio possiamo provare a ricordare una esternazione di Enrico Letta risalente a settembre 2012, quando nel corso di Omnibus su La7 dichiarò che “la Grecia pesa sull’Europa, sull’economia europea, all’incirca come la Basilicata pesa sull’economia italiana”. Solo una gaffe?

    Al di là delle diverse opinioni sulla materia, tutte più o meno legittime, ricordiamo però che la Basilicata sta per andare al voto per il rinnovo del Consiglio regionale, dopo le dimissioni di De Filippo e il conseguente scioglimento anticipato del Consiglio. Il prossimo sarà, dunque, l’ultimo Presidente della storia della Regione Basilicata?

    Exit mobile version