Giornata conclusiva dei Simposi a Matera.

3simposioMatera – “Matera città dei Sassi, giardino d’Europa”, “Cultura e turismo. Dove vuole andare la città?”, Gestione delle acque Jesce -Gravina”, “Vicinato Europa”, “Cultura spirituale ed esoterica”, “Vivibilità e servizi del sito Unesco”, “Arte contemporanea dentro i Sassi e le periferie”, “Mobilità, parcheggi e sostenibilità dei trasporti” costituzione di un “Osservatorio permanente”. Sono alcune delle 20 proposte presentate da cittadini, associazioni e progettisti al termine del percorso del ciclo di simposi promossi dall’amministrazione comunale per la stesura del piano di gestione per i rioni Sassi e l’habitat rupestre, chiesto dall’Unesco. Il proficuo lavoro svolto fin dai laboratori, che hanno coinvolto nel terzo simposio anche alcune classi delle scuole medie inferiori, servirà alla stesura del piano che dovrà essere messo a punto entro due mesi, per poi passare al “comitato di pilotaggio” e poi tradotto in inglese e francese per essere presentato all’Unesco. “E’ un lavoro – si è detto – destinato a continuare e ad aggiornare il piano stesso con idee,proposte e progetti. La creazione di un Osservatorio, oppure ‘Opera dei Sassi”, va in questa direzione e potrà essere supportata dal sito internet dedicato sull’attività dei simposi”.