Pubblica amministrazione, il Prefetto di Matera chiama a raccolta i segretari comunali

MATERA – È fondamentale che i segretari generali comunali rafforzino il loro rapporto con la Prefettura, per una più intensa cooperazione e per agevolare il corretto svolgimento dell’attività amministrativa. Lo ha ribadito questa mattina a Matera il Prefetto, Luigi Pizzi, che ha incontrato i segretari comunali in servizio negli enti locali della provincia. Il ruolo del segretario, ha ricordato il Prefetto, è quello di garantire la legittimità e l’imparzialità degli atti. Fra loro e i Sindaci, ha ribadito, c’è un rapporto fiduciario ma altrettanto solida deve essere l’interfaccia con la prefettura, all’insegna di un rapporto che deve essere coltivato soprattutto con le giovani generazioni dei segretari. Prefettura e segretari dunque nuovamente insieme. Non si tratta ovviamente della controriforma della legge Bassanini, ma del monito e dell’invito formulato dal rappresentante del Governo. Un’occasione voluta per ribadire che, malgrado non siano più le prefetture a nominare i segretari comunali, continua a sussistere tra loro una forte comunanza di intenti. Infatti sia i vertici della prefettura che i segretari comunali, con ruoli e funzioni differenti, sono impegnati a garantire la legalità dell’azione amministrativa, ed importanti principi costituzionali come l’unità della Repubblica e l’imparzialità della Pubblica Amministrazione.