Ricorso della “Torraca” al Tar il 26 gennaio

Gli studenti della "Torraca" in protesta

POTENZA – Il ricorso relativo all’aggregazione della scuola Torraca di Matera, sede di piazza degli Olmi, sarà discusso il 26 gennaio dal presidente del Tar di Basilicata. Ne da conferma l’avvocato Franco Carrozzo incaricato dall’Amministrazione Provinciale di Matera, dal Comitato dei genitori degli alunni della Scuola Media Torraca e dai docenti della stessa. L’avvocato dopo che il Consiglio di Stato non ha accolto il ricorso stesso e non è ha discusso il merito, ha fatto pervenire nuovamente tutta la documentazione al Presidente del Tar di Basilicata, come previsto dalla Legge. Il direttore del Tar Di Basilicata ha comunicato all’avvocato che il presidente del Tar di Basilicata ha fissato l’udienza al 26 gennaio 2012. Lo stesso avvocato aveva chiesto, con carattere d’urgenza di avere un appuntamento personale con il Presidente del Tar per segnalare i caratteri di urgenza della decisione del ricorso. L’avvocato si ritiene abbastanza fiducioso che si potrà avere una pronuncia che deciderà nel merito delle censure da egli formulate e questo perché nella fase cautelare, che prevedeva la richiesta di sospensione del provvedimento di aggregazione della sede di Piazza degli Olmi a quella della N.Festa” di Matera, si è limitata all’esame del danno grave ed irreparabile che è del tutto irrilevante allorché il contenzioso viene deciso nel merito. Il comitato dei genitori che tanta attenzione ha prestato allo “Scippo” perpetrato ai danni della Scuola Media “Torraca” con l’aggregazione della sede di Piazza degli Olmi alla scuola Media “N. Festa”, insieme ai docenti e alla dirigenza della scuola “Torraca” aspetta che si faccia giustizia su un operato che ha tradito le aspettative degli stessi che pensavano di avere lo status quo della situazione. In sostanza il ricorso per la prima volta sarà letto accuratamente dal presidente del Tar di Basilicata che dovrà valutare nel merito l’essenza del ricorso stesso e decidere se la sede di Piazza Degli Olmi sarà di pertinenza della “Torraca”. E questa decisione trova grande attesa da parte dell’avvocato Carrozzo, dalla dirigenza scolastica, dai docenti, personale Ata e genitori.