Carenze di aule all’alberghiero di Altamura

Altamura (BA). “La scuola è aperta a tutti”. Non lascia dubbi l’articolo 34 della costituzione italiana. Il diritto allo studio va tutelato. Ma l’istituto alberghiero “Denora” di Altamura dinanzi a questo è in difficoltà. La carenza di aule e le numerose iscrizioni per il prossimo anno scolastico potrebbero non consentire a chi ha scelto questa scuola di frequentarla. C’è disagio tra alunni e genitori, tra docenti e preside. Tanto che il dirigente scolastico, Michele Caldarola ha optato per un sorteggio, in seduta pubblica, per l’ammissione alle prime classi. Su 194 iscrizioni al primo anno, circa 50 resteranno fuori oltre ad altri 50 che ripeteranno l’anno. E’ intervenuto in merito il consigliere comunale Enzo Colonna del Movimento cittadino Aria Fresca, che promette un’interpellanza urgente al sindaco appena sarà insediato il nuovo consiglio comunale, per reperire locali idonei, di proprietà comunale o presi in affitto, da adibire ad aule a favore dell’istituto alberghiero. In collaborazione anche con Giuseppe Gentile, consigliere provinciale di opposizione dell’Italia dei Valori. Ma l’Assessore provinciale all’edilizia scolastica e alla pubblica istruzione Stefano Diperna ha ribadito tutta la disponibilità della Provincia di Bari a fornire altre aule. Certo nel rispetto dei tempi dettati dalle normative dell’immobile. Intanto i genitori degli esclusi non si sono arresi e ieri hanno incontrato Lucrezia Stellacci, Direttrice Generale dell’ Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia che ha assicurato il suo interessamento.