Il Capodanno dei materani

A Capodanno, non c’è crisi economica che tenga. I materani si sono divisi tra partner , famiglia e amici. Hanno scelto viaggi in montagna o all’estero, veglioni, feste in discoteca o gran cenone a casa o in campagna. Ampio il ventaglio di opportunità anche nella città dei Sassi; nonostante la forte variabilità di spesa tra quanti hanno deciso di trascorrere la notte più lunga dell’anno tra le mura domestiche e quanti hanno preferito rinunciare a cucinare, a farla da padrone in tutte le tavole i buoni piatti della tradizione. Secondo le stime nazionali dell’Adoc, il cenone in un locale ha avuto un costo medio di 109 euro. Ma non solo ristoranti, soprattutto i giovani non hanno rinunciato alla movida con i numerosi pacchetti all-inclusive promossi dai gestori dei locali con “cena più ballo e dj” a prezzi più bassi rispetto alle sale ricevimenti. E poi a Matera grande festa al Palasassi di Viale delle Nazioni Unite con ospiti Cristina Del Basso reduce dal Grande Fratello e la band materana “Le Mani”. Che sia stato un festeggiamento low cost o esclusivo, la lunga notte dei materani sarà stata comunque all’insegna della buona compagnia con tanti propositi e sogni da realizzare per il nuovo anno.