Redatto il documento dei precari della scuola della Basilicata

Il sit-in del personale docente ed Ata davanti il 5 ° circolo a Matera

Il sit-in del personale docente ed Ata davanti il 5 ° circolo a Matera

Analisi dell’evoluzione dell’intervento regionale a sostegno del diritto allo studio e all’occupazione del precariato scolastico; approfondimento della bozza ministeriale dei contratti di disponibilità; adesione alla manifestazione nazionale del 3 ottobre 2009. Sono questi i punti discussi in assemblea dai precari della scuola della provincia di Potenza e Matera, ribadendo che i presidi permanenti continueranno a rimanere attivi in attesa di risposte concrete e condivise. “In merito all’impegno assunto in diverse occasioni dalla Regione Basilicata – il Coordinamento regionale dei precari – denota un rallentamento della definizione di un piano regionale di intervento a sostegno della scuola pubblica, in quanto, ad anno scolastico già avviato, ad oggi non si conoscono le possibili modalità di intervento oltre che lo stanziamento dei fondi regionali”. Nella nota diffusa a mezzo stampa è scritto che “nella convinzione che l’intervento dell’ente regionale a sostegno della scuola lucana debba avere carattere straordinario e non sostitutivo delle funzioni dello Stato e constatata l’inadeguatezza degli interventi ministeriali, i precari di Basilicata, condividono le motivazioni adottate dal Coordinamento nazionale precari e dichiarano la volontà di partecipare alla manifestazione nazionale che si terrà a Roma il prossimo 3 ottobre” .