Articoli con argomento: ‘Giovanni Di Bello’

Basilicata lancia progetto pilota per la protezione dei fragili in emergenze

La Regione Basilicata avvia un'iniziativa pionieristica per formare la popolazione e i servizi di emergenza sulla gestione dei soggetti fragili durante calamità, con una prima applicazione focalizzata sul rischio sismico (continua la lettura)

Simulazione di It-Alert nell’area della Val d’Agri in Basilicata

Giovedì 25 gennaio, si svolgerà una simulazione del sistema di allarme It-Alert nei comuni di Viggiano e Grumento Nova, Basilicata, con un messaggio di prova inviato ai cittadini. Il dirigente regionale della Protezione Civile, Giovanni Di Bello, sottolinea l'importanza del (continua la lettura)

Pianificazione in protezione civile: l’elemento “cerniera” per affrontare le emergenze

Giovanni Di Bello, dirigente regionale della Protezione civile, sottolinea l'importanza della pianificazione nella gestione delle emergenze durante un incontro a Potenza (continua la lettura)

Dalla Basilicata per la settimana Nazionale della Protezione Civile: un appello alla consapevolezza e all’azione civica

Dal 9 al 15 ottobre iniziative articolate per educare i cittadini sui comportamenti corretti in caso di emergenze. L'evento vedrà anche la partecipazione del capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio (continua la lettura)

Sperimentazione di IT-Alert in Basilicata: una nuova era per la sicurezza pubblica

Incontri preparatori alla prossima attivazione del sistema di allarme pubblico, programmata per il 19 settembre (continua la lettura)

Archiviato con:                 

La Basilicata rafforza la sua protezione civile: approvato il Piano provinciale per Matera

Un importante passo avanti per la sicurezza della provincia, con l'approvazione del Piano di Protezione Civile e l'inaugurazione della Sala Operativa Integrata (continua la lettura)

Archiviato con:                             

Rafforzamento della rete idro pluviometrica lucana: 33 nuove stazioni di monitoraggio

La collaborazione tra Arpab e la Regione permette di ampliare la rete, migliorando l'allertamento, il monitoraggio e l'analisi ambientale (continua la lettura)

Archiviato con: