Ponti Taranto, assessore ai Lavori pubblici: “Nessun rischio”

“Pericoli per l’incolumità pubblica, in relazione alle infrastrutture di Taranto, non ce ne sono”. Rassicura la cittadinanza l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Massimiliano Motolese, rispondendo alle paure e ai dubbi diffusi sui social  riguardo alla stabilità dei ponti tarantini. A partire dal ponte girevole, “di competenza della Marina militare, ma ciò non ci esime dal garantire l’incolumità pubblica – spiega Motolese – si tratta di una struttura in acciaio e non di cemento armato, il che la rende più elastica e resistente. Il ponte necessità di manutenzione ma questo non vuol dire che ci siano rischi per i cittadini, nel modo più categorico”. Alla domanda se è vero però che i mezzi pesanti passano uno alla volta: “Abbiamo attivato delle misure di prevenzione, come quella di non far passare contemporaneamente i mezzi pubblici, per evitare di mettere sotto stress la struttura”.

Ancora, sul cavalcavia in zona Bestat: “Abbiamo effettuato i lavori di manuntenzione appena sei mesi fa. Il fatto che esteticamente pure serva un intervento non vuol dire che la struttura non sia sicura”.

Garanzie infine anche sul Ponte Punta Penna, i cui lavori furono monitorati proprio dal progettista del ponte di Genova, Riccardo Morandi: “Ci atteniamo ai professionisti. E su questo è già intervenuto chiaramente il presidente dell’Ordine degli ingegneri di Taranto”.  

“Solo propaganda”, infine, per l’assessore, la richiesta ai Comuni e alle Province, di eseguire attività di monitoraggio su tutte le infrastrutture entro il 30 agosto. Tempi troppo stretti, spiega Motolese, che di fatto svuotano la richiesta della fattibilità e della concretezza: “Nessun dato reale può essere dato in dieci giorni”.

Sono i giorni del lutto intanto a Genova, mentre sale a 41 il numero delle vittime. Una tragedia cui partecipa il Comune di Taranto esponendo bandiere a mezz’asta e listate a lutto.

Share Button