Celebrazione della Prima Giornata della Memoria dei caduti delle Due Sicilie

Celebrazione della Prima Giornata della Memoria dei caduti delle Due Sicilie

Oltre 8mila fucilati, 10 mila feriti e 6 mila progionieri, dal settembre 1860 all’agosto 1861. Il periodo che ha preceduto l’Unità d’Italia ha registrato nel Sud numerose perdite, tra cui 50 donne e 60 ragazzi. Proprio in memoria di queste vittime innocenti, diversi movimenti del Mezzogiorno d’Italia, si sono dati appuntamento sotto la sede del Consiglio regionale pugliese, per chiedere a gran voce l’istituzione di un giorno della memoria: Unione Mediterranea, Comitato delle due Sicilie, Movimento duo siciliano e Tavola meridionale.

 

Share Button