Taranto, De Vincenti firma il Protocollo per la Legalità

Con la sottoscrizione di ieri nella sede della Prefettura di Taranto del Protocollo Generale di Legalità, alla presenza del Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, “diventano operative le misure per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di infiltrazione mafiosa e corruzione nei lavori del Cis (Contratto istituzionale di sviluppo) per l’area di Taranto”.

Lo sottolinea in una nota il prefetto Donato Cafagna, precisando che “l’obiettivo è quello di utilizzare presto e bene gli oltre 900 milioni di euro messi a disposizione dal Cis per Taranto e garantire un controllo esteso e mirato che si avvalga dell’incrocio delle banche dati, di approfondimenti informativi e investigativi, di attività ispettive nei cantieri, del costante aggiornamento dell’anagrafe degli esecutori e del settimanale del cantiere e sub-cantiere.

È un sistema, quello messo in campo — ha conclude il prefetto — che mira superare l‘antimafia dei certificati e permeato, attraverso rigorosi controlli di legalità e di tracciabilità dei flussi finanziari, il Contratto istituzionale di sviluppo per Taranto, in modo da rendere gli obiettivi che persegue più vicini”.

Share Button