Parte da Barletta DigithON. Boccia: rivoluzione che va dominata, tra gli ospiti Confalonieri

“Ci sono due atteggiamenti per affrontare una rivoluzione: subirla oppure dominarla. Per la prima non servono strategie: basta adagiarsi sull’immobilismo e farsi trascinare con la speranza, o l’illusione, che lo tsunami possibile non arriverà mai da noi. Esiste invece un’altra strada, a nostro avviso, più giusta, razionale, onesta: Per dominare le rivoluzioni bisogna innanzitutto conoscerle”.

Così Francesco Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera, aprendo a Barletta la prima giornata di DigithON, la 4 giorni dedicata alla maratona delle idee digitali, cui partecipano, tra gli altri, il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri, Lucia Annunzia (Huffington Post) e Giorgia Abeltino di Google.

“Il più grande errore che potremmo commettere” ha aggiunto “sarebbe quello di andare incontro alla rivoluzione a compartimenti stagni: gli industriali da soli, i sindacalisti pure, musicisti e attori da un lato e i giornalisti dall’altro come se i diritti d’autore riguardassero solo alcuni talenti e non altri, e poi ancora medici, insegnanti a vari livelli, commercianti”.

“La questione” ha concluso Boccia “è evidente che non può essere solo culturale ma anche politica. Nel senso di buona politica. Quella che non può e non deve dividersi sull’interesse collettivo del benessere comune, ma può e deve farlo sugli strumenti”.

Barletta - Fedele Confalonieri intervistato da Lucia Annunziata

Barletta – Fedele Confalonieri intervistato da Lucia Annunziata

Tra i partecipanti all’iniziativa in programma in Puglia fino a domenica anche Fedele Confalonieri, il quale interpellato sulle condizioni di salute di Silvio Berlusconi risponde “Berlusconi sta meglio, ma già scalpita…Quello che gli è successo è una cosa seria, importante” aggiunge “quindi avrà bisogno di stare tranquillo e di riprendere solo quando lo diranno i medici. Dovrà avere pazienza e fare la convalescenza, ma, per come è lui, scalpita”.

Sul futuro dell’ex premier però, Confalonieri non si sbilancia: “Non so che cosa vorrà fare Berlusconi. Io gli consiglierei di non abbandonare questo partito che ha fondato, ma di lasciare che chi è più bravo tra i colonnelli diventi generale. Ora si fanno le primarie, copiate dall’America, ma questo metodo non mi convince”.

Tra gli altri protagonisti anche la giornalista Lucia Annunziata con lei sul palco il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri con il quale ha affrontato il tema del panel ‘Giurassici o post moderni?’: “Rai e Mediaset” ha detto “hanno ancora la stragrande maggioranza del mercato, ma ben vengano le altre realtà”. (ANSA).

Share Button