Il documentario lucano acquistato dalla Rai per la programmazione dei prossimi due anni

LiberascienzaROMA – Un viaggio nello spazio e nel tempo, attraverso alcuni uomini di scienza vissuti in Basilicata, da Pitagora a Rocco Petrone, ingegnere capo della missione Apollo 11 della Nasa, che ha portato l’uomo sulla luna: è il documentario ”Dalla terra alla luna” prodotto dall’associazione Liberascienza.

Protagonista del video è la Basilicata della scienza, dei luoghi nei quali sono nate idee, leggi, teoremi e conoscenze che hanno contribuito allo sviluppo della cultura scientifica mondiale. Il documentario prodotto dall’associazione lucana è stato acquistato da Rai Cultura che lo metterà in programmazione per i prossimi due anni, anche sulle sue piattaforme web.

L’itinerario parte da Metaponto, in provincia di Matera, nel luogo dove Pitagora insegnava ai suoi alunni e prosegue per Melfi e Lagopesole, nei castelli abitati da Federico II, luoghi che hanno visto la stesura delle Costituzioni Melfitane e del trattato di Federico II sulla falconeria. Si raggiunge poi Venosa, la città dei madrigali di Gesualdo, della poesia di Orazio, per fare tappa a Monticchio, nel Vulture, nei luoghi esplorati dal geologo Giuseppe De Lorenzo. Si arriva così a Sasso di Castalda, il paese di Rocco Petrone, ingegnere capo della missione Apollo 11 della Nasa, che ha portato l’uomo sulla Luna. Il viaggio termina a Matera, nel centro di Geodesia dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), dove si ottengono con precisione millimetrica misure precise della posizione della Luna e dei satelliti. Liberascienza

Il viaggio in una Basilicata inedita è fatto attraverso gli occhi di una ragazza appena diplomata in procinto di partire per l’università che esplora la sua terra come se fosse la prima volta e quelli di un divulgatore scientifico, Pierluigi Argoneto, presidente dell’associazione Liberascienza. Il documentario, sottolinea Argoneto, ”è la dimostrazione che un modello diverso di promozione della Basilicata può esistere”. Il video infatti ha anche lo scopo di ”promuovere il turismo scientifico per scoprire un itinerario geografico in cui uomini di scienza hanno vissuto o elaborato le loro teorie”.

l’approfondimento di TRM h24

Share Button