Una iniziativa dell’Europarlamento promuove i nuovi “mestieri digitali”

Creatori EuropeiBRUXELLES – Sono due romani, una giovane palestinese trapiantata a Livorno, e un milanese i quattro creativi protagonisti dell’iniziativa “Backstage with Europe’s Creators”, promossa all’Europarlamento dal network di giovani eurodeputati ‘EU40’.

“Backstage with Europe’s Creators” ha coinvolto creativi ‘digitali’ provenienti da tutta Europa, che tramite le innovazioni tecnologiche offerte dal web si sono fatti conoscere, fino a farne un vero e proprio lavoro.

Matteo Bruno, 24 anni, romano grazie a Youtube ha potuto concretizzare le proprie abilità da filmaker arrivando ad aprire una vera società di produzione video, videoclip, cortometraggi e spot pubblicitari. “Ho iniziato da giovanissimo, grazie al web è nata la nostra identità professionale, adesso ho un lavoro normale”, spiega Matteo.

Un percorso simile a quello di Claudio Di Biagio, 27 anni, anche lui romano, aspirante regista che realizza parodie artigianali di grandi film e gag ma anche recensione cinematografiche e mini serie. “La creatività web va messa a pari dell’alta creatività. Stiamo continuando a imparare il mestiere”.

Marcello Barenghi, 46 anni, milanese, si dedica invece all’arte, in particolare al disegno. “Da disoccupato sono diventato lavoratore nel campo dell’arte, una cosa che in Italia è ormai quasi impossibile”, spiega Marcello.

Maha Yakoub, 30 anni, nata vicino a Nazareth e trapiantata a Livorno è diventata famosa e richiestissima, per i suoi corsi di arabo online, seguiti da studenti di tutto il mondo. “Dopo un primo video e milioni di visualizzazioni, ho deciso di insegnarlo regolarmente e provare a dare una visione più obiettiva sul mondo arabo. Youtube mi ha dato la possibilità di farlo” racconta la ragazza. Checco Zalone l’ha voluta per una particina nel suo film “Oggi è una bella giornata”, in cui recita se stessa, insegnando l’arabo a cinquanta carabinieri.

Share Button