In Vacanza nei Parchi. Piattaforma web dei Parchi Appennino Lucano e Sila

Home Page della piattaforma web

Home Page della piattaforma web

ROMA – È stato presentato oggi nella capitale, alla presenza del Sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani, il progetto di promozione turistica “In Vacanza nei Parchi” finanziato da Fondazione Telecom Italia nell’ambito del proprio bando del 2011 “I parchi e le aree marine protette un patrimonio unico dell’Italia” e promosso dalla partnership costituita da Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese (Basilicata), Parco Nazionale della Sila (Calabria) e Legambiente Basilicata Onlus.

Entrambi i Parchi costituiscono importanti cerniere per la tutela della biodiversità presente nelle aree protette dell’Appennino meridionale e svolgono un ruolo strategico nell’ottica del progetto Ape – Appennino Parco d’Europa – che prefigura l’Appennino come un unico sistema dal punto di vista ambientale, economico e sociale.

Come tutti i progetti sostenuti da Fondazione Telecom Italia, “In Vacanza nei Parchi” ha forte valenza tecnologica poiché offre l’occasione di sviluppare un’interazione tra nuove tecnologie, innovazione e cultura del territorio.

L’iniziativa, progettata da ISED Ingegneria dei Sistemi S.p.A., ha previsto la realizzazione di un portale www.invacanzaneiparchi.it che consente ai visitatori, anche attraverso strumenti informatici, di “auto-costruirsi” la propria vacanza nei Parchi attraverso pochi click e un unico pagamento (che può essere comprensivo di alloggio, attività varie, escursioni, ecc..), con la garanzia di fruire di strutture di qualità. Tre sono le lingue disponibili: italiano, inglese e tedesco; il portale è ottimizzato per pc, tablet e smartphone.

“La realizzazione e l’implementazione del portale turistico www.invacanzaneiparchi.it – ha dichiarato il Presidente del Parco Appennino Lucano Domenico Totaro – insieme all’adozione della Carta Europea del Turismo Sostenibile, rappresenta un modo per incoraggiare e sostenere il miglioramento dell’offerta turistica del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano, cercando di adeguarla agli standard europei e alle richieste di un mercato sempre più esigente e qualificato. L’elaborazione del Network Turistico Locale si pone come ausilio agli operatori turistici del Parco in modo da raccogliere l’offerta di natura, cultura, arte e paesaggio di cui l’area protetta è ricca e posizionarla in modo qualificato e competitivo sui mercati turistici, offrendo strumenti innovativi che rendono in modo accattivante e rigoroso il grande patrimonio di biodiversità che è presente nell’area protetta”.

Share Button