A Matera il premio “Comune OpenGeoData 2013”

Open Geo DataMATERA – Il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, l’assessore comunale alla Trasparenza, Giuseppe Tragni, e Claudio Montinaro, dell’Ufficio Sassi, hanno ritirato stamane, a Roma, nel corso della conferenza “Istruzioni per il riuso” il premio nazionale “Comune OpenGeoData 2013” assegnato con la seguente motivazione: “Per aver seguito un iter virtuoso che ha visto come tappa fondamentale nel 2013 la pubblicazione con licenza open, sul portale dedicato dati.comune.matera.it, di interessanti dataset geografici fra cui la cartografia di base e la numerazione civica dei Sassi e vari altri dataset tematici”.

“Si tratta – ha detto l’assessore Tragni – di un prezioso riconoscimento a un lavoro che abbiamo avviato e che vogliamo continuare e rafforzare non solo per rendere sempre più trasparente il percorso dell’amministrazione comunale, ma anche per consentire un utilizzo dei dati pubblici al sistema imprenditoriale. Vogliamo andare incontro – così come è emerso nell’ambito della conferenza di oggi – alle esigenze dei cittadini e del tessuto produttivo che deve trovarsi pronto a intercettare i dati e a riutilizzarli per ampliare la propria fetta di mercato”.

Due gli enti pubblici premiati: la Provincia autonoma di Trento e il Comune di Matera.
Il sindaco Adduce si è soffermato sul cammino che la città di Matera sta percorrendo sul fronte della trasparenza, dell’innovazione tecnologica e delle smart city.

“Nei prossimi giorni – ha detto Adduce – parteciperò a una conferenza, a Ferrara, sul tema “Smart cities e tecnologie innovative al servizio delle città. Ferrara, Matera ed Enna città laboratorio per una migliore qualità della vita”. Sarà l’occasione per presentare il progetto “Clara” vincitore del bando del Miur, il ministero dell’Università e della Ricerca scientifica, per la tematica relativa alla sicurezza del territorio: tecnologie e sistemi innovativi per la mitigazione del rischio sismico e idrogeologico in aree urbane. Sono argomenti che ci interessano molto e che stiamo realizzando con partner nazionali. Questo premio si inserisce in questa cornice ed è anche e soprattutto il risultato della collaborazione con l’associazione Wikitalia e dei suoi referenti locali fra cui Piero Paolicelli. Ma è anche e soprattutto il risultato della spinta all’innovazione che ci arriva dal percorso di candidatura a capitale europea della cultura per il 2019. Il lavoro che sta facendo la community di Matera 2019 ci sta molto aiutando a muoverci sul fronte dell’innovazione e di un nuovo rapporto con i cittadini, più diretto, più concreto e più proficuo. Ovviamente siamo solo al punto di partenza. Nei giorni scorsi abbiamo approvato le linee guida degli Open data proprio per dare sostanza e sistematicità al cammino intrapreso. Vogliamo che Matera rappresenti un modello all’altezza dei migliori standard europei. E questo premio ci dice che ci stiamo muovendo sulla strada giusta”.

Share Button