In scadenza la selezione per il C.T.S. dell’Apea

La locandina dellEnergy Expo

La locandina dell'Energy Expo

MATERA – Scadrà il prossimo 30 settembre il termine per la presentazione delle candidature per la designazione a componente del Comitato Tecnico Scientifico dell’Apea, l’Agenzia per l’Energia e l’Ambiente della Provincia di Matera. La presidenza del C.T.S., ai sensi dello Statuto, spetta al Dirigente del settore ambiente della Provincia di Matera, ma si compone di altri 4 membr: un rappresentante del mondo universitario e della ricerca scientifica e tre tecnici, laureati operanti come liberi professionisti nel settore energetico-ambientale.
“Con l’istituzione del CTS”, ha dichiarato in una nota Francesco Bitondo, presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Apea, “l’agenzia potrà assurgere al ruolo di polo integrato accreditato, in grado di produrre ricerca e innovazione direttamente per gli Enti, il sistema produttivo e per il mercato, attraverso interventi di riqualificazione ed innovazione energetico-ambientale. Il bilancio del primo anno di attività, tra l’altro”, ci tiene a precisare Bitondo, “si presenta come un successo quantitativo per i numeri realizzati e qualitativo per l’efficienza dei servizi svolti, risultato dell’adeguata organizzazione predisposta e delle risorse umane efficacemente impiegate.
Tra le attività già poste in essere dall’Agenzia la seconda annualità del progetto regionale “Vie blu”, che vede impegnati circa 260 lavoratori nelle attività di tutela degli alvei fluviali e avvistamento e primo intervento per gli incendi boschivi; il riavvio del servizio di verifica degli impianti termici, che vede impegnati 23 dipendenti; la preparazione della seconda edizione della fiera “Energy expo” e l’avvio del tavolo tecnico con Cosvel, Comune di Rotondella e Regione Basilicata per la stipula del protocollo d’intesa per la realizzazione di un Farmer Market in provincia di Matera.
L’Apea, inoltre, sta concludendo le procedure di selezione per l’individuazione di 5 collaboratori, esperti in pianificazione, amministrazione e gestione, di 6 tecnici e di 84 braccianti agricoli per la gestione dell’intero programma previsto dai Fondi di Compensazione che nella scorsa primavera ha già portato ad azioni di promozione del territorio con i progetti delle “Masserie didattiche” e di Educazione alimentare.

Share Button