La Time Volley in retrocessione batte il Soverato al tie-break

Il logo della Time Volley

MATERA – Il destino è un conto, l’orgoglio un altro. Nonostante la matematica retrocessione in B purtroppo sancita già da qualche giornata a questa parte, la Time Volley Matera non ha perso la voglia di vincere. Ieri pomeriggio, al Palasassi, per la ventottesima giornata del campionato di A2, la penultima, la squadra guidata dal coach Gianni D’Onghia ha battuto il Soverato 3 a 2 al tie-break, in poco meno di due ore. Uno scatto di reni per onorare il campo di casa che comunque conosce bene quanti sacrifici e quanta cattiva sorte la squadra femminile biancazzurra abbia incontrato sulla propria strada in questa stagione. Galeotto, ai fini del risultato, fu l’avvio di gara. Le ragazze della Time Volley incassano il primo set inseguite da un Soverato inizialmente in salita ma che poi, innestata la giusta marcia, trova la vittoria negli altri due parziali. Ma la squadra calabrese non ha messo in conto la determinazione delle padrone di casa, che non mollano e tirano la sfida verso il tie-break. Il quinto set parte decisamente in equilibrio, attestandosi sull’otto pari ma è il Matera, dopo, a primeggiare e a lasciare indietro, e fermo, il Soverato. Il quinto parziale, che decreta la vittoria della Time Volley, si chiude sul 15-8. Questi, invece, gli altri parziali: 25-16, 22-25, 17-25, 25-17.

Share Button