Bari Calcio, continua lo sgombero forzato dell’era Giancaspro dal San Nicola

La squadra prosegue la preparazione verso l’esordio in campionato del 16 settembre a Messina

Uno sgombero coatto necessario, dal momento che la precedente amministrazione non ha provveduto in tempo a liberare gli spazi. Nello stadio San Nicola di Bari va avanti il lavoro di spostamento del materiale di proprietà della vecchia gestione Giancaspro, che nonostante le promesse non ha svuotato per tempo gli uffici. La nuova convenzione con la gestione De Laurentiis prevede l’affidamento anche di questi spazi, nell’ottica di un progressivo insediamento che ha visto la squadra arrivare a Bari in questi giorni per proseguire il lavoro di preparazione verso l’esordio in campionato del prossimo 16 settembre sul campo del Messina. Si attende intanto per domani il pronunciamento della Corte Federale sul ricorso delle squadre escluse dalla serie B, che se accolto potrebbe prospettare nuovi scenari per il Bari, per il quale rimangono ancora barlumi di speranza di serie C. Nel frattempo, in attesa del completamento del terreno dell’antistadio, la squadra sta continuando ad allenarsi nel centro sportivo Tonino Rana di Carbonara.

Share Button