Barlume di speranza in casa F.C. Matera.

Matera – Si accende un barlume di speranza in casa F.C. Matera dopo il comunicato ufficiale diffuso ieri, il quale diceva che nonostante gli sforzi profusi dalla dirigenza, nessuno si era veramente interessato a rilevare, aiutare o sostenere la Società per iscriverla al prossimo campionato di calcio di Seconda Divisione, e quindi nessuna domanda di iscrizione era stata presentata. In mattinata, nel corso di una conferenza stampa indetta proprio dalla società ed a cui erano presenti, tra gli altri, il presidente, il vice-presidente ed il direttore generale del club, e l’imprenditore Cosimo Muscaridola, la società biancazzurra ha fatto sapere invece che la documentazione per iscriversi al prossimo campionato è stata presentata per tempo ed ora la COVISOC entro il prossimo 8 luglio si esprimerà sull’esito dell’istruttoria. Entro lo stesso termine però il sodalizio dovrà presentare anche la fideiussione di 300mila euro ed è qui che sorge il problema perchè per quanto riguarda i debiti pregressi, che non ammontano ad 800mila euro ma a molto meno, si potrebbe risolvere in seguito. Si è ricordato che in merito alla fideiussione l’imprenditore Nicola Benedetto, 20 giorni fa, dopo aver elencato i debiti biancazzurri e parlato di 800mila euro, il che ha allontanato altri imprenditori pronti ad intervenire, aveva garantito la piena disponibilità a versare i 300mila euro oltre che figurare come sponsor. La società ha fatto pieno affidamento sull’imprenditore originario di Pisticci, ma lo fatto ingenuamente, utilizzando un termine dalla stessa proposto durante la conferenza. L’imprenditore infatti è risultato in seguito raggiungibile soltanto a sprazzi ed i dirigenti biancazzurri, come detto dal vicepresidente, sono sembrati dei veri e propri mendicanti; Benedetto si è poi pronunciato nella serata di mercoledì dando la disponibilità per soli 100mila euro e mettendo così in netta difficoltà il club che non è riuscito ovviamente a recuperare gli altri fondi. Ora però altri giorni per costruire, è il caso di dirlo, la fideiussione e l’imprenditore Muscaridola torna a riattivarsi per la ricerca di fondi, coinvolgendo anche il Sindaco di Matera. Per i debiti, tra cui spiccano i 100 mila di IVA mai pagata dall’ex presidente Padula, se ne parlerà successivamente.

 

Share Button