F.C. Matera – Neapoli Mugnano 0-2

Matera – Perde in casa il Matera nella giornata n° 26 del campionato di calcio di Seconda Divisione – girone C e rinvia ancora l’appuntamento con la vittoria, assente dallo scorso 20 febbraio, 1-0 casalingo sul Catanzaro. Allo stadio XXI Settembre “Franco Salerno” è il Neapolis Mugnano ad imporsi per 2-0 con entrambi i gol realizzati nella ripresa dopo un primo tempo giocato ad armi pari. Il tecnico di casa Cadregari con il consueto 4-3-3 schiera Musacco tra i pali, in difesa da destra a sinistra Calà, Villagatti, Fedi e Di Fusco, in mediana Provenzano, Capolei e Logrieco, punta Formuso con a supporto Ancora e Giannone. Il primo tempo propone azioni pericolose da ambo le parti fino poi a spegnersi nel quarto d’ora finale. Minuto 7, Logrieco col sinistro innesca Formuso, controllo in area campana e botta ravvicinata, respinge il portiere ospite Gragnaniello. Intorno al 10′ minuto, doppia occasione nel giro di pochi secondi per il Neapolis: prima è Moxedano da calcio piazzato dalla distanza a costringere Musacco alla respinta con i pugni, poi è Bonanno dal limite al volo a colpire la traversa con leggere decisiva deviazione del portiere di casa. Minuto 22, sulla destra appoggio di Giannone per Calà, cross di prima intenzione, Formuso dall’interno dell’area piccola manda incredibilmente a lato con la testa. 26′, rischia l’autogol Di Fusco sul taglio di Moxedano, la palla finisce alta sulla traversa. Ultima azione del primo tempo degna di nota al 28′: conclusione mancina di Moxedano dai 15 metri, la palla impatta sul palo. Nella ripresa, superato da poco il 2′ minuto, il Neapolis beneficia di un calcio di punizione dalla distanza, da posizione defilata sulla sinistra: Moxedano calcia verso la porta un tiro prevedibile, errore di valutazione di Musacco che si lascia beffare dal rimbalzo ed è 1-0 ospiti. Minuto 5, cross di Calà dall’out di destra, smanaccia l’estremo campano, Ancora è sulla traiettoria e colpisce di controbalzo, sfera alta. 10′, prova il pallonetto dal limite Capolei dopo il servizio di Ancora, palla a lato. Minuto 14, Improta dalla linea di fondocampo mette al centro, Musacco a vuoto, raccoglie Bonanno e da vicino segna facile dopo una paio di finte e Matera sotto di 2 reti. Sul calcio d’angolo battuto pochi secondi dopo, Ancora da corner imbecca Calà, colpo di testa a colpo sicuro, Gragnaniello c’è. Matera poi in 10 dal 26′ per l’espulsione di Logrieco reo di un duro intervento da dietro su Improta, e situazione ancora più complicata. Ultima incursione biancazzurra al 32′, Giannone intuisce il tocco di Daleno per Bianchi, ruba palla e dopo qualche metro conclude dal limite, respinge il portiere ospite. Null’altro fino al triplice fischio che decreta il 2-0 Neapolis Mugnano sul Matera, sempre settimo con 32 punti.

 

Share Button