Calcio. Potenza, sonora sconfitta contro la Reggina

In un Viviani sold out per lo scontro al vertice del girone C di Serie C, Potenza asfaltato dalla Reggina per 3 a 0. Netta la supremazia amaranto, nonostante le sortite avversarie – soprattutto nel secondo tempo – contenute e mai finalizzate.
L’avvio è equilibrato ma al 20′ sono gli ospiti a trovare il vantaggio: azione sulla corsia destra, dal fondo la sfera finisce sui piedi di Bianchi, cross al bacio per la testa di Corazza che in area di rigore manda nell’angolino. Tre giri di lancette e arriva il raddoppio sempre del numero 18 reggino: il suo destro da fuori tocca la traversa quanto basta per superare il portiere Ioime. Lucani tramortiti. Dettori prova un rasoterra che fa la barba al palo, ma è nella ripresa che nonostante la mole di gioco prodotto e qualche cambio, la porta calabrese rimane immacolata. Al 50′ anche lo specialista delle punizioni Emerson manda fuori bersaglio. A complicare le cose arrivano anche decisioni discutibili dell’arbitro De Santis di Lecce: è il 52′, cross di Coccia per Vuletich, l’attaccante viene fermato ma con tocco di mano non punito di Loiacono. Poi al 64′, espulso l’allenatore rossoblu Raffaele per proteste.
Il Potenza si ribalta in avanti ma la Reggina chiude i conti all’86′ con Bellomo, bravo a raccogliere un assist involontario di Emerson e a superare Ioime in pallonetto. Il trenino dei festeggiamenti e qualche parola di troppo alimentano il nervosismo nel finale, proprio Bellomo ed Emerson vengono espulsi. I calabresi si issano sempre più al primo posto in classifica dopo una prestazione di alto livello. Altro stop invece per il Potenza, con un solo punto raccimolato nelle ultime tre partite e 292 minuti senza trovare la via del gol.
Share Button