Indagine “il Sole 24 Ore” su Indice di Sportività: Puglia e Basilicata nelle retrovie

Aumenta il differenziale tra i territori del mezzogiorno e quelli del centro-nord

L’annuale indagine de “Il Sole 24 Ore” sulla qualità della Vita compie trent’anni, e in attesa dell’uscita dell’edizione di quest’anno anticipa alcune delle tappe tematiche che compongono le classifiche.

L’Indice della Sportività nelle province italiane – nel giornale in edicola oggi – utilizza ben 32 differenti indicatori suddivisi in 4 aree tematiche per scoprire quali sono i territori a maggiore vocazione sportiva: sport individuali e sport di squadra, impatto sociale dell’attività sportiva, consistenza del movimento e capacità organizzative.

Nella classifica finale purtroppo le province appulo-lucane sono quasi tutte in bassa posizione.

La migliore provincia tra le Pugliesi e Lucane è quella di Brindisi che figura quasi a metà classifica in posizione 69 in salita di 3 punti mentre Bari è in posizione 71 (in discesa di 4 posti rispetto alla precedente rilevazione), seguita da Lecce in posizione 70 (ma in salita di 11 posizioni).

Matera è in caduta libera di ben 16 punti (all’89esimo posto in graduatoria) mentre Potenza è ancora più in basso al numero 96 (ma in risalita di 6 punti).

Più in basso le altre province pugliesi: Foggia in posizione 98 (in discesa di 5 posizioni), Barletta Andria Trani alla 99esima (in discesa di 3, Taranto in timida risalita di due posizioni (102esimo posto in graduatoria).

Nelle classifiche di settore, per gli sport di squadra, è da segnalare la non buona performance di Taranto (che per presenza e risultati nelle competizioni è tra le peggiori d’Italia) così come quella di Potenza per gli sport individuali anche se nella graduatoria Calcio dilettanti figura al secondo posto tra le migliori italiane.

Nella classifica di settore per strutture sportive tra le ultime della classe in Italia ci sono Matera, Foggia e la BAT.

Nella graduatoria che elenca le province per aspetti sociali, economici e culturali (“Sport e Società”) ancora due pugliesi tra le peggiori (Taranto e Foggia).

L’ottimismo però non abbandoni gli sportivi, l’occasione dei Giochi del Mediterraneo nel 2025 puo’ essere senza dubbio un’occasione per migliorare negli anni a venire.

Share Button