Calcio. Serie C. Il Potenza cala il poker alla Cavese

Con una prestazione di forza e autorità, il Potenza travolge la Cavese per 4-0 e continua la sua corsa al quinto posto a quota 50 punti e in piena zona playoff. A brillare particolarmente è l’intero centrocampo rossoblù, ma buona prova anche della difesa, pur priva di Giosa e del portiere Ioime. L’atmosfera è calda anche sugli spalti, dove sono presenti 4500 spettatori. Alla ricca coreografia dei tifosi rossoblù risponde la presenza di circa 500 rumorosi supporters provenienti da Cava de’ Tirreni. In campo le squadre sono in avvio abbottonate, e danno vita ad una gara molto tattica, con il Potenza che fa la partita ma si vede due reti annullate per fuorigioco, con qualche dubbio sulla seconda. Il vantaggio però arriva al 37′, e lo firma Longo, che raccoglie dalla destra da Emerson, si gira in area con il sinistro e fa secco De Brasi. I padroni di casa continuano a premere e ad un minuto dall’intervallo raddoppiano: questa volta è Guaita, che su un cross di Dettori dalla sinistra trova l’incornata vincente, che vale il 2-0. Sotto di due reti, la Cavese reagisce e poco prima del riposo crea la prima occasione da rete, ma la conclusione di Tumbarello termina alta. La ripresa sembra partire su ritmi più blandi, ma all’11 i potentini centrano il tris; protagonista è nuovamente Longo, che arresta con il petto e scarica sotto la traversa il pallone del 3-0. Il Potenza dilaga e poco dopo la mezzora cala il poker; Guaita fugge sulla fascia destra e mette al centro per l’accorrente Ricci, che spinge il pallone nel sacco. Nel finale, Bacio Terracino sfiora il quinto gol, ma prima dopo un’azione personale manda alto sulla traversa e poi colpisce un compagno da buona posizione, mentre la Cavese nel recupero fallisce il gol della bandiera.

Share Button