Calcio. Reti inviolate tra Potenza e Rende

Reti inviolate e tanti sbadigli tra Potenza e Rende. Al Viviani, davanti a tremila spettatori, le due squadre impattano sullo 0-0 nella sesta giornata di ritorno, badando più a controllarsi a vicenda e a non farsi male che a cercare la vittoria. E così, complice anche l’espulsione di Franca alla mezz’ora del primo tempo, anche se per la squadra di mister Raffaele può considerarsi un’occasione persa in ottica playoff, il punticino conquistato può considerarsi tutt’altro che da buttare.

Tutto confermato in casa rossoblù, con il 3-4-3 annunciato e l’unica variazione di Breza tra i pali al posto di Ioime. La gara stenta a decollare, e vive una fase di studio piuttosto lunga. È il Rende a creare le occasioni migliori, ma il tiro di Franco al 28’ termina alto sulla traversa. Alla mezz’ora il Potenza resta in dieci; Franca colpisce Franco a palla lontana e si vede sventolare il rosso diretto dall’arbitro, lasciando i suoi in inferiorità numerica tra le proteste del pubblico. Ma i guai per Raffaele non finiscono qui. In chiusura di primo tempo Guaita è costretto ad abbandonare il campo per problemi muscolari, ed al suo posto entra Coppola. Nel recupero le migliori occasioni per i padroni di casa, che trovano l’ottima risposta del portiere Savelloni prima su Coccia e poi su Lescano. Non cambia lo scenario nella ripresa, anch’essa avara di emozioni. Raffaele prova a cambiare, inserendo Sales, Dettori e Ricci, ma l’attacco potentino resta poco incisivo. Gli ospiti si fanno vedere al 25’ con Vivacqua, che con un bel sinistro non inquadra la porta. Dall’altra parte di prova Sales, ma anche la sua conclusione è imprecisa. Nel recupero, su una punizione di Emerson, Savelloni respinge e salva il pari.

Share Button