Basket. Olimpia Basket sconfitta al PalaSassi dal Salerno

Il big match è di Salerno. L’Olimpia Bawer Matera scivola tra le mura amiche del PalaSassi, perdendo lo scontro tra seconde della classe e l’imbattibilità casalinga stagionale, dopo nove vittorie su nove incontri disputati. Finisce 92-80 per i campani, che trovano un Maggio in serata di grazia (44 punti a referto per lui) e penetrano agevolmente nelle maglie difensive materane. Di contro, i biancazzurri incappano in una giornata negativa dei tiratori, soprattutto dalla lunga distanza, dove fanno registrare un negativo 6/28.

Partenza a razzo dei campani, che volano a più sette dopo tre minuti di gioco. Iannilli fa sentire i muscoli sotto le plance, ma la prima frazione è targata Salerno, più 9 a metà tempo. Matera non si scuote e Maggio e Diomede firmano un ulteriore allungo, che porta al 15-26 alla prima sirena. La gara fatica a decollare anche per la grossa posta in palio, gli ospiti raggiungono i 13 punti di vantaggio in avvio di seconda frazione, ma i biancazzurri rintuzzano pian piano il divario e tornano sotto, meno 4 al 5’ minuto. È il momento di maggiore pressione materana, la tripla di Sereni vale il meno uno, ma i campani ritrovano verve dalla lunga distanza e tornano avanti di otto all’intervallo lungo con le bombe Maggio e Tortù. Matera fatica ad arginare l’attacco salernitano e imposta il gioco con troppa frenesia. Coach Origlio perde le staffe con gli arbitri e si fa espellere, e gli ospiti volano a più 16 a metà del terzo quarto. Iannilli e Del Testa provano a tenere viva la partita, ma in attacco si continua a sbagliare tanto, e un super Maggio spinge Salerno al più 17 alla terza sirena. L’Olimpia non trova le forze per reagire e nella quarta frazione gli ospiti gestiscono agevolmente il largo vantaggio, con l’infortunio per Merletto alla caviglia nel finale che sa di ulteriore beffa.

Share Button