Giro d’Italia. Sempre più probabile che parta da Matera nel 2019

La 102esima edizione del Giro d’Italia di ciclismo, in programma nel 2019, verrà posticipata di una settimana


Correva l’anno 2013 e in queste immagini della quinta tappa dell’edizione 96 del Giro d’Italia, la bellezza dei Sassi di Matera ripresi dalle telecamere aeree della Rai lasciarono senza parole il cronista che seguiva la gara.

L’ultima volta che il Giro ha fatto tappa a Matera, la città era ancora “candidata” a Capitale europea della Cultura.

L’amministrazione comunale, guidata dall’attuale presidente della Fondazione Matera-Basilicata 2019 Salvatore Adduce, decise di valorizzare simbolicamente il “percorso” della gara ciclistica, dipingendo sul manto stradale verso l’arrivo, il logo della candidatura.

Decisione che, col senno di poi, si è rivelata vincente, nonostante la caduta che caratterizzò la tappa, a poche centinaia di metri dal traguardo sull’ultima curva e che spezzò il gruppo in due parti.

Certezze ancora non ce ne sono sulla città che ospiterà la partenza della 102esima edizione, ma a guardare il calendario ufficiale del World tour dell’anno prossimo pubblicato dall’Unione ciclistica internazionale, la corsa rosa partirà l’11 maggio, probabilmente da Matera (il via al sabato è di per sè una conferma del fatto che scatterà dall’Italia), e si concluderà il 2 giugno. E se la Città dei Sassi non dovesse ospitare la grande partenza, sicuramente sarà sede di tappa se dovesse prendere corpo l’ipotesi di Roma con la quale esiste un accordo su base pluriennale. E l’anno prossimo dovrebbe tornare anche la Puglia, con almeno un paio di tappe, dopo il “digiuno” di quest’anno.

Share Button