Il cavaliere materano Gaudiano alle olimpiadi di Rio: “a volte si vince a volte si impara”

Emanuele dispiaciuto: a Rio non e’ andata come volevo

Il cavaliere italiano Emanuele Gaudiano – unico a rappresentare i colori azzurri nel salto a ostacoli alle Olimpiadi di Rio – e’ dispiaciuto per aver mancato l’impresa. Per lui il sogno olimpico e’ gia’ finito: Gaudiano e il suo grigio Caspar non vanno avanti, avendo collezionato ben 27 penalita’ (24 agli ostacoli e 3 per un fuori tempo), all’Olympic Equestrian Centre di Deodoro dove si è svolta la prima delle prove del programma olimpico per il salto ostacoli.

“A volte si vince” dice il grintoso cavaliere di Matera sulla sua pagina Facebook “ed altre volte si impara. Caspar ed io abbiamo avuto la possibilità di vivere una grande esperienza qui a Rio. Abbiamo dato il massimo, ma purtroppo non è andata come avrei voluto. Sono profondamente dispiaciuto di aver deluso molti dei miei sostenitori. Sappiamo che in tutti gli sport si vivono giornate positive e, purtroppo, anche negative. Mi concentrerò e lavorerò sulle sensazioni che ho percepito in questa gara. Grazie a tutti, continueremo a fare del nostro meglio”.

Gaudiano ha chiuso in 67esimaa posizione nella classifica dopo la prima prova (75 binomi al via).

Share Button