I lucani e pugliesi dell’Italia Team alle Olimpiadi di Rio

Tutto (o quasi) pronto per le Olimpiadi di Rio. Certo a quanto riporta la stampa internazionale il Villaggio Olimpico non sarebbe ancora pronto ad ospitare le delegazioni sportive dai vari paesi del mondo, ma è certo che il Brasile si sta affannosamente preparando alla manifestazione che dal prossimo 5 agosto accoglierà campioni sportivi da tutto il mondo.

Emanuele Gaudiano

Emanuele Gaudiano

Per quanto riguarda il team italiano, anche Puglia e Basilicata portano in sudamerica diversi atleti. Per la precisione sono 5 i pugliesi ed un lucano.

Emanuele Gaudiano, classe ’86 per gli sport equestri. Materano di nascita, tedesco d’adozione. A 30 anni morde il freno per vivere la sua prima Olimpiade e dare il meglio per la sua città natale e per la sua famiglia: in primis la moglie Henrike e i piccoli Lisa ed Elia.

Dopo aver iniziato a montare nel centro ippico di proprietà del padre Giovanni, che gli ha trasmesso l’amore per i cavalli, a 15 anni si è trasferito prima al Nord e poi a Francoforte per inseguire il suo sogno.

Nel suo palmares ci sono innumerevoli successi internazionali, tra cui i Gran Premi di Coppa del Mondo di Olympia e Londra, ma al cavaliere basta e con la sua determinazione è pronto a superare da leader tutti gli ostacoli.

Veronica Inglese

Veronica Inglese

A rappresentare la Puglia due campionesse di atletica leggera: Veronica Inglese che ha consentito a Barletta, dopo Mennea di trovare la sua atleta di punta, 25enne cresciuta con i racconti su Pietro che le riferiva suo padre, amico e spesso compagno di allenamento della ‘Freccia del Sud’e Antonella Palmisano da Mottola che fino al 2003 giocava a pallavolo ma poi si è convinta a cambiare sport e a praticare la marcia e, nel giro di 11 anni, è diventata la quinta azzurra più veloce sui 20 km.

Domenico Montrone (a destra)

Domenico Montrone (a destra)

Poi il salentino Massimo Colaci trentuno anni, di Ugento è stato una delle sorprese del 2015, diventando il libero dell’Italvolley e il finanziere barese (di Modugno) Domenico Montrone che ha iniziato la carriera agonistica nel 1997, e declinata in diverse specialità del canottaggio.

Chiude la lista dei pugliesi la tarantina Roberta Vinci che dopo aver vinto tutto il possibile nel doppio con Sara Errani, compresi cinque tornei del Grande Slam, ha raggiunto prestigiosi traguardi anche in singolo, come testimonia la finale tutta italiana cui ha dato vita allo scorso US Open, sconfitta solo nell’atto conclusivo dalla connazionale e corregionale Flavia Pennetta.

Share Button