Olimpia Matera sconfitta al Palasassi da Anagni per 63-79

Matera. Una prestazione opaca che ridimensiona il cammino dell’Olimpia e che non permette alla squadra biancazzurra di chiudere il mese di ottobre con quattro vittorie conquistate. Anagni si impone al Palasassi per 63-79 e si dimostra gruppo compatto e tosto, con ottimi elementi come Soave, Santolamazza, Giampaoli e Romano. Il primo periodo del match è molto equilibrato e ai primi due punti degli ospiti risponde prontamente con una tripla Vico. Il punteggio alla fine dei primi dieci minuti è di 19 pari, ma ad inizio secondo quarto Anagni trova un break importante di 0-8 soprattutto con Soave che spinge i biancorossi sul 19-27. L’Olimpia prova a ricucire il gap da subito, ma la svolta si ha soltanto poco prima del riposo lungo, quando Martone, Vico e Lagioia riportano i biancazzurri in carreggiata con il tabellone del punteggio a segnare pari 35 alla fine del ventesimo minuto di gara. Ripresa che inizia ancora sotto il segno di Anagni, che grazie a Giampaoli e soprattutto ad un terribile Romano piazza un altro break di 0-9 e si riporta avanti, fin sul 37-44. Olimpia che prova a scuotersi con i 7 punti di Gilardi, Coviello e Grappasonni, ma i biancorossi allungano nuovamente con gli incontenibili Giampaoli e Romano, e alla fine del terzo periodo sono ancora una volta avanti nel punteggio, sul 52-61. Il quarto periodo vede la squadra biancazzurra abbozzare un’ultima reazione soprattutto con Vico, ma le triple incredibili di Romano e uno scoramento per lo più mentale da parte dei padroni di casa, chiudono subito il match, che termina ovviamente al quarantesimo minuto sul 63-79. Olimpia che raccoglie la prima sconfitta interna stagionale, Anagni che invece dopo le buone prestazioni a Trapani e Ostuni, ottiene il primo exploit esterno di campionato, raggiungendo a quota 8 punti in classifica proprio i biancazzurri. Una prestazione, quella dei ragazzi di Ponticello, assolutamente a sprazzi, ma con poca concentrazione in attacco e con molta poca grinta e carattere rispetto alle precedenti apparizioni a cui i materani avevano assistito. Assolutamente la brutta copia dell’Olimpia vista fin’ora, ma è già necessario voltare pagina per preparare la trasferta di Palestrina sperando che questa lezione serva a ripartire con slancio in terra laziale.

[sociallocker id=”53785″]

TEST TEST TEST

 

[/sociallocker]

 

 

 

Share Button