Il F.C. Matera si impone a Casarano

Il saluto dei capitani

Il saluto dei capitani

Casarano – Vittoria meritata dell’FC Matera che espugna il difficile campo del Casarano e dopo il triplice fischio lascia il rettangolo di gioco tra gli applausi del pubblico locale. Materani che producono molte azioni pericolose al cospetto di una compagine tra le favorite alla vittoria finale del campionato; sempre micidiali in fase offensiva, diligenti in copertura e padroni assoluti del centrocampo; a distanza di 7 giorni inoltre, ottima la reazione allo svantaggio dopo essersi trovati avanti di un gol.
Novità per quanto riguarda l’undici biancazzurro iniziale rispetto alla gara d’esordio. Mister Giusto schiera Cottet tra i pali, in difesa centrali Martinelli e Bartoli, a destra Scudieri, a sinistra la novità Palladino; a centrocampo rientra nel mezzo l’esperto Mazzoleni, affiancato da Leta; corsia di destra per Salemme, a sinistra Campo pronto ovviamente ad accentrarsi; in avanti la coppia Albano-Genchi. Parte il match e subito il Matera si propone in avanti: trascorsi soltanto 80 secondi Genchi ci prova da fuori dopo aver saltato il proprio marcatore ma il portiere avversario Corradini blocca a terra. Situazione sbloccata poi al 7° minuto: fallo netto di Calabro su Genchi a circa 3 metri dal limite. Lo stesso Genchi piazza la palla, finta di partire per calciare ma è Campo a farlo e ad infilare nel 7. Nulla può Corradini. Casarano subito in avanti per ristabilire la parità: al 10° cross di Palumbo dalla destra, con i pugni respinge Cottet, conclude Caracciolo da fuori ma manda a lato. Scocca il 13° minuto: corner del rossoazzurro Villa, Mazzoleni atterra in area Calabro e per il direttore di gara è rigore. Villa dal dischetto spiazza Cottet e ristabilisce la parità. 25° minuto, l’estremo materano si fa trovare pronto sul tentativo di Palumbo dall’interno dell’area. Alla mezz’ora secondo calcio di rigore per i padroni di casa: dubbio fallo di Cottet su Palumbo, dal dischetto sempre Villa, identica esecuzione ed è 2-1. Situazione quindi ribaltata e Matera che non demorde. Al 37°, Genchi sfiora il palo alla destra di Corradini; due minuti dopo, Cottet devia sulla traversa la punizione di Villa e poi Stendardo non inquadra lo specchio. Il pareggio è comunque nell’aria ed arriva al 41° a conclusione di un ottima azione corale: Genchi vede in area Campo, botta al volo respinta con i pugni dal portiere locale, palla ad Albano che appoggia in rete tra più avversari. Meritato pareggio materano che in chiusura di prima frazione ha l’opportunità di andare negli spogliatoi in vantaggio: tocco morbido di Mazzoleni ancora per Albano, conclusione ravvicinata al volo troppo centrale, il portiere c’è. Si va così al riposo in parità con il Matera apparso però  più energico. Si apre la ripresa con il timido tentativo di Palazzo, quindi al 12° Leta conclude da fuori e sfiora il palo con il portiere che sembra arrivare sulla palla. 18° minuto, pestone a Genchi, che rimane a terra dolorante e poi sarà costretto a lasciare il campo, mancanza di fair play del Casarano che continua a giocare ma non riesce ad andare a segno. In gol va invece il Matera al 25°: cross da destra di Genchi, Niccolini interviene per anticipare gli avversari e rischia l’autogol; sul seguente corner preciso schema biancazzurro, palla da Campo fuori per Mazzoleni, tocco in area per Genchi che salta Corradini con il petto e sigla il 3-2 per i suoi. Al 26° minuto Palazzo, liberato da Palumbo, manda alto da buona posizione. 41° minuto, Logrieco calcia da fuori, una zolla mette in difficoltà Corradini che riesce poi a bloccare. Inutile poi tentativo di Villa al 90° con la palla che termina di poco a lato. Dopo 6 minuti di recupero arriva il triplice fischio ed il Matera può festeggiare il primo successo del campionato 2009/2010.

 

Share Button