Fridays for Future, manifestazioni degli studenti anche in Puglia e Basilicata, tensioni a Taranto

Torna oggi in tutto il mondo il quarto sciopero globale del clima dei Fridays For Future, in occasione del Black Friday visto come consumistico e della conferenza Onu sul clima Cop25 che si apre lunedì.

Anche in Puglia e Basilicata gli studenti hanno promosso come negli altri 139 comuni italiani, cortei, presidi ed
eventi, come a Bari o Matera. A Taranto lo sciopero per il clima coincide con quello indetto dall’Usb davanti l’ex Ilva. Anche gli  attivisti di Fridays For Future Taranto hanno rivolto l’invito “Non entrate, ci stanno ammazzando” agli operai del siderurgico ArcelorMittal che si recavano al lavoro.

“Vergognatevi”, hanno urlato ai lavoratori che smarcavano il badge alcuni manifestanti, che hanno poi diffuso un video sui social. C’è chi ha chiamato gli operai “burattini” e “pecore”, mentre il coordinatore provinciale Usb, Francesco Rizzo, ha detto che l’intento non era “forzare” le persone, “che possono entrare tranquillamente, ma faranno i conti con la propria coscienza”. Momenti di tensione durante la protesta.

“Dovete avere un po’ di coraggio”, ha detto la portavoce di un comitato ai lavoratori. In mattinata anche un corteo di Fridays For Future, dall’Arsenale a piazza della Vittoria per un dibattito su salute e lavoro.

Share Button