Mobilità, il bilancio sull’utilizzo delle navette da Matera a Bari e Ferrandina

Orari poco coordinati con quelli di Trenitalia, sovrapposizioni con le medesime corse delle Ferrovie Appulo Lucane, poca pubblicità degli orari del servizio in questione, con conseguente sperpero di risorse a causa di una evidente carenza di ottimizzazione.

Così Cgil e Uil insieme all’associazione Matera ferrovia nazionale, dati alla mano, hanno stigmatizzato il bilancio del servizio navette da e per la Città dei Sassi; sotto accusa il collegamento delle stesse, in capo a Cotrab, con la stazione di Trenitalia di Ferrandina mentre lo stesso servizio introdotto per l’aeroporto di Bari Palese – hanno detto – sembra aver risolto quasi del tutto le esigenze dell’utenza.

Un bilancio che arriva a 5 mesi dalla loro introduzione e a quasi due mesi da quel 30 novembre 2019 che è la data in cui le risorse utili a mantenere in vita questa mobilità in aggiunta dovrebbero terminare; gli 800 mila euro per Bari Palese e i 400 mila per Ferrandina. Per tutta questa serie di ragione, le sigle sindacali Cgil e Uil e l’associazione Matera ferrovia nazionale hanno chiesto al più presto alla provincia di Matera una conferenza di servizi a più voci sulla ottimizzazione del servizio navette per Ferrandina e per comprendere il futuro di questa mobilità in aggiunta.

Share Button