Annuncio del ministro Di Maio da New York: a Matera grande evento internazionale

“In ottobre a Matera faremo un grande evento, un anno prima dell’Expo Dubai 2020, per promuovere la nostra cultura della sostenibilità, del rispetto dell’ambiente ma anche per promuovere nuovi scambi commerciali con gli emirati arabi”

Il nuovo esecutivo del premier Conte, a trazione meridionale, conferma il ruolo cruciale dell’area del mediterraneo come ponte con l’Oriente. E a recitare ruoli da protagoniste sono le nostre due regioni. Dopo la promessa di Conte, fatta nell’ambito della Fiera del Levante al governatore Emiliano di impegnarsi affinchè la candidatura di Bari al G20 del 2021 si concretizzi, arriva l’annuncio da Luigi Di Maio.

“Ho invitato alcuni esponenti del governo emiratino che ho conosciuto nella missione di sistema di qualche mese fa e Matera sarà per un giorno un grandissimo momento di approfondimento sulle politiche commerciali dell’Italia e sulle opportunità che abbiamo all’estero e soprattutto per far vedere una parte bellissima del nostro sud a rappresentanti di governi stranieri che non conoscono Matera. Matera va vista almeno una volta nella vita”.

Il Governo italiano infatti, punta una volta di più sulla Capitale europea della Cultura nel 2019 per rilanciare nel mondo le politiche ambientali nel segno della sostenibilità e il Made in Italy e promuovere, oltre agli scambi commerciali con i paesi che stanno trainando l’economia mondiale, anche le bellezze dei territori.

L’annuncio del ministro degli Esteri, alla sua prima uscita internazionale di rilievo, arriva all’uscita dal palazzo dell’ONU di New York a margine dell’assemblea generale.

La macchina organizzativa materana negli ultimi anni ha mostrato di funzionare benissimo anche in occasione di delicati appuntamenti internazionali, come già nel maggio di due anni fa quando la Città dei Sassi stregò la delegazione del G7 delle Finanze che la raggiunsero con un treno speciale delle FAL da Bari, con il sindaco De Ruggieri a fare da cicerone per i grandi dell’economia, e Mario Draghi che scatta sorridente le foto ai Sassi insieme a colei che gli succederà alla guida della Bce, Christine Lagarde presidente del Fondo Monetario Internazionale che si ferma a salutare i turisti che l’applaudono nel centro storico di Matera.

Share Button