SS 407 Basentana, Cifarelli (PD): perchè ancora non sono partiti i lavori?

“Purtroppo ancora un incidente mortale sulla S.S. 407 Basentana. E’ di due morti e due feriti gravi il bilancio dell’ultimo incidente. Per questa ragione ho deciso di fare un’interrogazione consiliare all’assessore regionale Merra ed al Presidente Bardi circa lo stato dell’arte dei cantieri che avrebbero dovuti essere già aperti”.

Così il capogruppo del PD in consiglio regionale lucano, Roberto Cifarelli, il quale rende noti i contenuti di una interrogazione destinata al presidente della Giunta regionale, Vito Bardi e all’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra:

“In data 4 maggio 2018 e 11 ottobre 2018” ricorda il capogruppo PD “si sono tenute apposite riunioni in Prefettura a Matera per fare il punto sui lavori che interesseranno la S.S. 407 ‘Basentana’ durante le quale insieme ad ANAS fu fatto il punto sugli interventi. La Regione aveva messo a disposizione per la realizzazione dello spartitraffico centrale da Calciano a Metaponto la somma di 91,5 milioni di euro a valere sul Patto per la Basilicata siglato nel 2016, mentre altri 37 milioni di euro erano stati recuperati direttamente da ANAS così da finanziare l’intero intervento che consta di sei lotti funzionali”.

“Nel secondo incontro” prosegue Cifarelli “ANAS evidenziò che in data 08.10.2018 (con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del bando di gara relativo al 1° stralcio dell’intervento di riqualificazione, per un investimento complessivo di 6,8 milioni di euro) si era concretizzato l’iter della gara d’appalto i cui lavori avrebbero permesso l’installazione dello spartitraffico centrale tra i km 40,3 ÷ 42,4”.

“Ricordo la solennità di quegli incontri” conclude il consigliere lucano “insieme alla consapevolezza ed alla condivisione di tutti i partecipanti che occorreva fare presto. Oggi sento il dovere” di interrogare la Giunta regionale per “conoscere le motivazioni riguardo ai ritardi di esecuzione dei lavori delle opere relative al Lotto A) già appaltato, oltre che delle procedure di gara relative ai Lotti B) e C), come da cronoprogramma condiviso in occasione dell’incontro del 04.05.2018 in Prefettura a Matera, e quali iniziative si intende intraprendere al fine di sollecitarne gli interventi”.

Share Button