ERA Ambiente: “La plastica continua a uccidere le tartarughe, è una strage”

Una vera e propria strage di esemplari di Caretta Caretta, quella che si starebbe consumando sul litorale ionico compreso tra Marina di Ginosa e Chiatona. La denuncia arriva da “E.R.A. Ambiente” di Taranto per voce del suo Coordinatore Provinciale, Leonardo Galante e referente di zona del WWF di Policoro.

L’ennesima carcassa è stata rinvenuta poche ore fa  nei pressi di Riva dei Tessali, ma sarebbero almeno otto gli esemplari rinvenuti in tre giorni anche sulle spiagge di Chiatona,  Torre Colimena e Verde Mare (Massafra) Marina di Ginosa.

Per Galante si tratta di una strage annunciata, con cause imputabili a reti da pesca e plastica. Gli esemplari sarebbero tutti di sesso femminile, che avrebbero potuto nidificare nelle zone di ritrovamento. Il monitoraggio di E.R.A. Ambiente – afferma Galante – continuerà congiuntamente ad ASL Veterinaria, Capitaneria di Porto e WWF di Policoro, ed interesserà tutta la costa del tarantino. 

Dopi i rilevamenti sanitari da parte delle autorità l  di competenza, sul posto era presente l assessore Angelillo del Comune di Castellaneta, che ha immediatamente contattatoo la ditta autorizzata per il  recupero della carcassa della povera tartaruga.

Share Button