Presentata la candidatura del Parco di Gallipoli Cognato per diploma EU aree protette

I dirigenti del Parco Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane hanno presentato a Strasburgo, presso la sede del Consiglio d’Europa, la candidatura del Parco “a ricevere il Diploma europeo per le aree protette”.

Lo ha reso noto lo stesso ente, spiegando che “il Diploma europeo per le aree protette è un prestigioso riconoscimento internazionale concesso dal 1965 dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa. Riconosce aree naturali e semi-naturali e paesaggi di eccezionale importanza europea per la conservazione della diversità biologica, geologica e paesaggistica e che sono gestiti in modo esemplare. Le aree protette possono ricevere il diploma per le loro eccezionali qualità scientifiche, culturali o estetiche, ma devono anche essere oggetto di un adeguato programma di conservazione. Dalla sua creazione nel 1965, 74 aree protette hanno ottenuto il Diploma Europeo. Si trovano in 29 paesi europei, sia membri che non membri del Consiglio d’Europa”. Il presidente del Parco lucano, Mario Atlante, ha detto che “l’assegnazione del Diploma Europeo fornisce uno stimolo inestimabile per la protezione e la gestione efficienti di paesaggi, riserve o monumenti naturali e siti con un significato europeo speciale. Noi abbiamo deciso di candidarci per confermare l’impegno che in questi anni stiamo strutturando per la configurazione dell’area parco in una visione molto aperta e condivisa. Non guardiamo alla natura come una riserva ma come un luogo da vivere e in cui vivere, nel pieno rispetto e nella logica di generare continuo valore”. Atlante ha detto di attendere “la visita degli ispettori del Consiglio d’Europa che hanno confermato la bontà della candidatura e dovranno vagliare proprio in Basilicata tutte le caratteristiche peculiari espresse nel dossier”.

Share Button