Polese (Pd): “Anche sul decreto fanghi i grillini cambiano idea nonostante gli annunci”

“Bene ha fatto il deputato lucano del Partito democratico Vito De Filippo a ‘denunciare’ l’ennesima presa in giro dei pentastellati che a parole assicurano una cosa e nei fatti poi fanno altro”.

E’ quanto dichiara il segretario regionale del Pd della Basilicata Mario Polese rispetto al decreto Genova in discussione alla Camera dei deputati. “Praticamente nonostante avessero annunciato urbi et orbi di presentare degli emendamenti all’articolo 41, quello sull’emergenza fanghi che innalza il livello degli idrocarburi ammissibili portandoli a livelli di altissima pericolosità per l’ambiente e la salute degli esseri umani, in aula nulla è successo”, prosegue Polese che spiega: “Cosa gravissima che mette a rischio coltivazioni, animali e persone che potrebbero facilmente venire a contatto con questi fanghi che verrebbero sparsi su colture o su terreni da edificare”. “La cosa che più colpisce – sottolinea il segretario regionale del Pd – è che il relatore dell’articolo in questione alla Camera è stato il grillino lucano Gianluca Rospi. Appare sempre più evidente che gli esponenti dei 5 Stelle quando si tratta di parlare e fare promesse sulla tutela dell’ambiente e della salute umana sono bravissimi quando poi si passa ai fatti mostrano tutta la loro ambiguità”. “Insomma come al solito dicono una cosa e fanno il contrario. Al di là di questo – conclude Mario Polese – resta un dato allarmante: nei fanghi il Governo Giallo Verde rende legali valori per i policiclici aromatici, che risultano dannosissimi per la salute, fino a 20 volte la soglia consentita. E’ questa la vera faccia dei grillini”.

 

Share Button