Sequestrata nel materano la discarica comunale di Tursi: il percolato sversava in un torrente

Sono stati i Carabinieri Forestali della Stazione di Rotondella, insieme al  Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale di Matera, ad eseguire un controllo in località “La Canala” nell’agro di Tursi, alla discarica comunale, oggi in post gestione e ubicata in un’area vincolata idrogeologicamente e paesaggisticamente.

“I militari” è scritto nella nota diramata “durante l’ispezione della scarpata intorno alla discarica hanno trovato fuoriuscite di percolato che precipitava sul suolo e immettendosi in un inghiottitoio naturale sotterraneo raggiungeva il greto del torrente ‘La Canala’ causando un danno concreto ed attuale alle risorse ambientali”.

L’area è stata posta sotto sequestro e contestualmente all’intervento dei Carabinieri Forestali, l’amministrazione comunale ha messo in atto la MISE (Messa In Sicurezza di Emergenza) dando incarico ad una Ditta specializzata di prelevare e stoccare il percolato, in attesa di smaltirlo in impianto autorizzato.

Dopo l’immediata operazione di prelievo che – riportano i Forestali – non veniva effettuata dal 2013, il flusso di percolato all’esterno della discarica è diminuito visibilmente fino ad interrompersi.

Share Button