Rifiuti, Tamburrano VS Emiliano: “Raddoppi a Taranto, colpa non mia ma di 13 anni di ordinanze” - trmtv

Rifiuti, Tamburrano VS Emiliano: “Raddoppi a Taranto, colpa non mia ma di 13 anni di ordinanze”

Le discariche della provincia di Taranto sono state riempite a suon di ordinanze, di Michele Emiliano e di Nichi Vendola”. Si dice pronto perfino a dimettersi il presidente della Provincia di Taranto, Martino Tamburrano, che così risponde alle accuse mosse dal governatore pugliese durante il dibattito del Comitato Liberi e pensanti. Con Emiliano, Tamburrano vorrebbe un confronto pubblico, “per dimostrare chi sono io e chi è lui”, dice.

Nelle ultime settimane si sono ribellati a raddoppi e ampliamenti vari (a quella cioè che il sindaco di Massafra Fabrizio Quarto ha definito “invasione di impianti inquinanti”), sindaci e associazioni di Grottaglie, Lizzano, Statte, Massafra. E Taranto, su cui insiste Italcave che vedrà l’arrivo di “3000 tonnellate di rifiuti giornalieri in più”, aveva spiegato il deputato 5 stelle Vianello.

Tamburrano parla, insomma, di tredici anni di ordinanze. Firmate però anche da lui, che oggi sì denuncia la mancanza di un piano regionale sulla gestione dei rifiuti, ma risponde con “ho solo solidarizzato con la Regione” alla domanda sul perché le dichiarazioni odierne non sono state fatte in fase di decisioni. 

Share Button