Labriola (FI): “Lo Stato tuteli chi vive nei pressi della Centrale Enea” di Rotondella (MT)

“Una situazione allarmante che può avere gravi conseguenze sulla salute dei cittadini, nei confronti della quale è necessario agire con determinazione e nel contempo cautela. Lo Stato ha il dovere di tutelare tutti coloro che vivono nei pressi della centrale Enea di Rotondella (Matera)”.

Vincenza Labriola (Forza Italia)

Lo sostiene l’onorevole Vincenza Labriola (Forza Italia), componente della commissione Ambiente della Camera dei Deputati.

La parlamentare sottolinea che si tratta di “una realtà che in passato aveva il compito di ospitare le scorie radioattive prodotte dalle centrali atomiche italiane ed europee, e dalla quale, da alcuni anni, fuoriescono pericolosi inquinanti. Ritengo che il Ministero dell’Ambiente non debba nascondere la testa sotto il tappeto, prendendo altro tempo, ma debba invece mettere in moto un piano di informazione e prevenzione. Dalla risposta del sottosegretario Velo al mio question time” aggiunge Labriola “non sembra emergere la piena consapevolezza di un rischio assolutamente reale se le popolazioni continueranno a vivere in una terra malata, a mangiare alimenti contaminati, e gli animali ad alimentarsi in una campagna gravemente inquinata, i danni alla salute saranno consistenti. Si fermi – conclude – la contaminazione con ogni strumento possibile e si tutelino i cittadini”.

Share Button