Basilicata. Dopo 40 anni fine lavori per la galleria dello “schema idrico del Sinni”

L’acqua che vedete scorrere così copiosa è quella del Sarmento che sta andando verso l’invaso di Montecotugno, così come prevedeva il progetto nato quasi 40 anni fa e che, proprio in questi giorni, dopo attese e annunci, vedrà la conclusione.

Il progetto è quello della traversa che, appunto, dal torrente Sarmento è stato costruito per completare il cosiddetto ‘schema idrico del Sinni’, con la costruzione di un tunnel di 4 chilometri per portare, nella diga senisese, circa 80 milioni di metri cubi d’acqua in più all’anno.

La galleria tocca tra diversi Comuni (Noepoli, San Giorgio Lucano e Senise). Sarebbero, attualmente, in atto le prove tecniche per la definitiva apertura della galleria, che si attende a giorni. I lavori per realizzare la galleria sono durati quasi 40 anni.

Un progetto vecchio, ideato alla fine degli anni Settanta quando ancora erano aperti i cantieri per la realizzazione del grande invaso in terra battuta che assicura l’approvvigionamento idrico a mezzo meridione. Dopo quasi quarant’anni, tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017 era stata diffusa la notizia che i lavori erano effettivamente conclusi e si attendeva solo il collaudo. Una storia di lungaggini, da sempre attribuite alla difficoltà tecnica di concludere i circa 480 metri di congiunzione tra una parte e l’altra della galleria a causa di un terreno argilloso e impraticabile. Adesso, finalmente, se ne vede la luce.

Share Button