Il nuovo piano della protezione civile del comune di Matera

Una città consapevole dei rischi è una città sicura e pronta alle emergenze.

E per farlo Matera si è dotata di un nuovo piano per la protezione civile che ha il compito di prevenire e gestire le circostanze pericolose che una città, Capitale Europea della cultura per il 2019, potrebbe, vivere. Entrando nel merito: attraverso l’individuazione degli elementi di gestione dell’emergenza sono stati individuati gli edifici strategici del C.O.C (Centro Operativo Comunale) e del C.O.M ( Centro Operativo Misto) che verranno allestiti in Via Sallustio presso la sede del centro commerciale “Il Circo”. Le aree di attesa, ben 19, sono luoghi adibiti alla prima assistenza post emergenza; 4 aree di accoglienza  per assistere la popolazione allontanata dalle proprie abitazioni.E 2 aree di ammassamento soccorritori e risorse, sono gli ambienti di raccolta di uomini e mezzi per le operazioni di soccorso.”Le scelte dei luoghi – è stato detto durante la conferenza stampa di presentazione – hanno tenuto conto della specificità della città e della piena fruibilità dei siti scelti”. Il Comune, che metterà a punto anche carte legate al rischio sismico e in funzioni delle diverse tipologie dei rischi di calamità, si è dotato di una autonoma struttura operativa che interagirà con gli enti locali coinvolti nel sistema di Protezione civile e con i soggetti del volontariato.Ma un piano che si rispetti, non funziona senza la cittadinanza e senza la formazione di quei cittadini che devono essere pronti al pericolo, anche attraverso i nuovi mezzi di comunicazione, quali Applicazioni per smartphone dal nome “We Mapp social” per una conversazione diretta e immediata con cittadini e turisti.

Share Button