- trmtv - http://www.trmtv.it/home -

Anticipazioni Vis. Eni: “No a fraintendimento su dati parziali”

Viggiano (PZ) – Centro Olio Eni in Val d’Agri

Preoccupati che vengano fraintesi dati parziali che impattano sulla salute”. E’ il commento che arriva dal responsabile coordinamento progetti Val d’Agri per conto di Eni, Walter Rizzi, durante un incontro con la stampa presso la nuova sede della compagnia petrolifera di Potenza in viale Verrastro, a due passi dalla Regione Basilicata.

Al suo fianco altri responsabili di settore della compagnia petrolifera ed esperti epidemiologici nazionali per analizzare le prime anticipazioni, emerse anche a mezzo stampa, sullo studio di impatto sanitario voluto dai comuni di Viggiano e Grumento Nova per monitorare la situazione e le eventuali ricadute sull’uomo nell’area del Centro Oli – tra indiscrezioni, audizioni nelle commissioni consiliari ed incontri con il governatore Pittella – diventato ‘spauracchio’ per amministratori e cittadini circa un riscontro sull’elevata mortalità e dei ricoveri, in primis della popolazione femminile, causata da patologie cardiocircolatorie con percentuale maggiore rispetto al resto della Basilicata.

Eni, componente stessa della commissione VIS, si è detta tranquilla ma ha voluto contestare, in 7 punti, le prime conclusioni a cui è giunto il responsabile, Prof. Bianchi. “Alimentiamo la dialettica scientifica – hanno rimarcato i professori di epidemiologia chiamati al tavolo del cane a sei zampe – senza sminuire l’impostazione dello studio ma con precisi parametri di riferimento”.

Venerdì 22 settembre, la VIS sarà presentata pubblicamente a Viggiano. Sicuramente snodo importante per chiarire metodiche ed eventuali connessioni tra inquinamento industriale e patologie riscontrate.

Share Button