Vis, incontro in Regione Basilicata. Sindaco Viggiano: “Vogliamo vederci chiaro”

Viggiano (PZ) – Centro Olio Eni in Val d’Agri

Sconta ritardi il confronto istituzionale allargato sullo studio di impatto sanitario in Val d’Agri, voluto dai comuni di Viggiano e Grumento Nova per monitorare la situazione e le eventuali ricadute sull’uomo nell’area del Centro Olio della multinazionale petrolifera Eni. In attesa della presentazione pubblica il prossimo 22 settembre, le anticipazioni emerse a mezzo stampa hanno allarmato le comunità residenti ma anche la politica lucana. Sarebbe stato registrato, infatti, un aumento della mortalità e dei ricoveri, in primis femminile, a causa di patologie cardiocircolatorie con percentuale maggiore rispetto al resto della Basilicata.

Per approfondire, anche alla luce della recente audizione in Terza Commissione consiliare, il governatore Pittella ha riunito intorno ad un tavolo i rappresentanti del sistema sanitario ed ambientale regionale, chiamati a confrontarsi in diretta skype con il ricercatore CNR e coordinatore scientifico del progetto, Fabrizio Bianchi. Presenti i sindaci dei due centri coinvolti, Cicala e Imperatrice, i quali hanno chiesto maggiore chiarezza e nessuna strumentalizzazione.

Al termine, una nota dell’ufficio stampa della Giunta ha riportato il commento di Pittella, il quale ha auspicato dati leggibili per i cittadini “evitando – ha detto – sottovalutazioni o al contrario drammatizzazioni. Come abbiamo già avuto modo di dimostrare nei mesi scorsi – ha sottolineato – la nostra linea sarà quella dell’approfondimento, della verità e del massimo rigore”.

Share Button