Mini eolico selvaggio. Potentino in marcia chiede stop ai cantieri

La voce della piazza è unanime: “basta al mini eolico selvaggio!” A chiederlo con forza sono i residenti di Piani del Mattino e zone limitrofe a Potenza, dopo mesi di presidio diurno e notturno, stanchi per l’insorgere di continue pale fino alla formazione di parchi energetici.

In corteo da piazza Matteotti a piazza Mario Pagano, hanno raccolto firme e chiesto il massimo impegno istituzionale per una moratoria. Tanti i problemi: rumore, scarsa sicurezza per la vicinanza alle abitazioni, deturpazione di strade poderali – per il passaggio di mezzi pesanti – e di quella che fino a pochi anni fa era una delle aree più incontaminate dell’hinterland potentino. A sostenere la battaglia di intere famiglie, il Movimento 5 Stelle Basilicata ed anche i cittadini arrivati da Oppido Lucano e San Nicola, contrada divisa tra i comuni di Potenza, Avigliano e Pietragalla, dove di recente si sono verificati alcuni incidenti, fortunatamente ed almeno per ora, senza conseguenze per l’uomo.

Share Button