Fiamme sul Gargano. A Fuoco boschi e macchia mediterranea

Anche oggi, dalle prime ore del giorno, gli equipaggi di Canadair ed elicotteri della flotta aerea dello Stato coordinati dal Dipartimento della Protezione Civile, a supporto delle operazioni svolte dalle squadre di terra, hanno ripreso le operazioni di spegnimento dei tanti incendi boschivi che ormai da giorni stanno interessando gran parte dell’Italia.

Al momento sono 18 le richieste di concorso aereo ricevute dal Centro Operativo Aereo Unificato del Dipartimento: 4 dalla Campania, rispettivamente 3 dalla Basilicata e dalla Sicilia, 2 rispettivamente dalla Puglia, dall’Abruzzo e dalla Calabria e 1 rispettivamente dal Lazio dall’Umbria.

In Puglia, da diverse ore alcune squadre di vigili del fuoco sono impegnate, anche con l’ausilio di Canadair, a spegnere incendi che si sono sviluppati in alcune zone del Gargano. Già dal tardo pomeriggio di ieri le fiamme hanno interessato la zona di Carpino e in serata sembrava che la situazione fosse sotto controllo, ma a causa delle alte temperature e del forte vento, il fuoco si è propagato su altre zone del promontorio garganico, a Cagnano Varano e Mattinata. Squadre di vigili del fuoco, carabinieri forestali e volontari della protezione civile sono impegnate nelle operazioni di spegnimento, ma decine di ettari di bosco e macchia mediterranea sono già andate distrutte.

Disagi si sono verificati questa mattina per gli automobilisti in transito sull’A14 Bologna Taranto dove a causa del fumo proveniente da un incendio sviluppatosi in una scarpata, è stato chiuso attorno alle 10 e da poco riaperto il tratto tra Foggia e Cerignola est in entrambe le direzioni.

Sul luogo dell’incendio – riferisce una nota della società Autostrade per l’Italia – sono intervenute pattuglie della Polizia Stradale e il personale della Direzione di Tronco di Bari. Gli automobilisti diretti verso Pescara hanno dovuto uscire dall’autostrada a Cerignola est per poi rientrare in A14 a Foggia dopo aver percorso la SS16 Adriatica. Stessa cosa all’inverso per i viaggiatori diretti a Bari. (ANSA)

Share Button